Mediagold.it

Notizie, turismo, attualità e curiosità della Liguria e non solo

Annunci

“Lanterna rossa” in Valbormida, restano in carcere gli aguzzini delle squillo

Tempo di lettura: 0 minuto

Cairo Montenotte. Restano in carcere come disposto dal gip Fiorenza Giorgi che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare su richiesta del pm Massimiliano Bolla le tre donne cinesi Hong Li, Ying Li, Ying He, e il savonese Massimo Borioli. Sono statie interrogate questa mattina per rogatoria nell’ambito dell’operazione “Top China”.

Devono rispondere di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione in relazione alla gestione di tre case squillo, due a Cairo, una in Corso Marconi e l’altra in viale Martiri della Libertà, e una a Savona, in via Crispi a Savona.

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: