Condividi l'articolo

Ancora qualche giorno di attesa. Al termine dell’udienza di ieri mattina il giudice Luigi Acquarone si è infatti riservato di decidere nei prossimi giorni sul ricorso presentato da Marco Melgrati, tramite il suo legale Franco Vazio, contro la sospensione per 18 mesi dalla carica di sindaco in seguito alla condanna in primo grado per il caso delle spese pazze in Regione. La decisione del giudice non dovrebbe comunque tardare, e non è detto che il prolungarsi dei tempi sia un segnale negativo per Melgrati, anche se in realtà le sorti (anche sul piano politico e amministrativo) del tre volte sindaco alassino e probabilmente quelle dell’attuale amministrazione sono certamente legate maggiormente ad un’altra sentenza: quella che dovrà pronunciare la Corte d’Appello sul ricorso contro la condanna a 2 anni, 11 mesi e 15 giorni che l’ex consigliere regionale si è visto infliggere in primo grado. «Ho la coscienza a posto e lo dimostrerò», ha detto Melgrati.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici