Condividi l'articolo

Pietra Ligure. Resterà operativa e non verrà trasferita altrove e neppure aleggia l’ombra della privatizzazione sulla chirurgia protesica dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

L’Asl 2 spegne le preoccupazioni del consigliere delegato alla sanità del Comune di Pietra Ligure, Giovanni Liscio. Anzi è un’occasione per riconfermare che «gli interventi di chirurgia protesica sono costituiti da operazioni di protesi al femore conseguenti a fratture ed in questo caso le procedure previste continuano come, in fase pre Covid, con casi trattati in urgenza entro le 48 ore dall’evento traumatico – dicono da Asl 2Per quanto riguarda la chirurgia protesica d’elezione i pazienti vengono chiamati secondo la lista d’attesa, dando priorità ai casi con fratture di femore».

Inoltre, rispetto al periodo pre Covid, gli interventi di chirurgia protesica d‘elezione «sono diminuiti a causa di una ulteriore riduzione del numero di anestesisti. Grazie alla convenzione per gli anestesisti siglata con il policlinico San Martino, una parte delle sedute operatorie di chirurgia protesica verrà riattivata».

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici