In difesa dei muretti, concluso il corso della Cooperativa di Arnasco

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Arnasco. Con lo slogan di «Facciamo secchi … i muretti» si è concluso l’annuale corso di costruzione dei muretti a secco organizzato dalla Cooperativa Olivicola di Arnasco. L’ultimo giorno di corso si è svolto a Savona presso il centro Aias, associazione che opera da molti anni a Savona, nata su iniziativa di famiglie di bambini disabili. Spiega Luciano Gallizia, presidente della Cooperativa di Arnasco: «Grande partecipazione e grande collaborazione tra tutti i partecipanti, uniti per la costruzione di questo muretto nei giardini dell’Aias. I muretti a secco, che da secoli fanno da sentinelle e abbracciano colline e rilievi dell’entroterra ligure, dove hanno trasformato terreni scoscesi in terrazze capaci di accogliere vigneti, uliveti e colture di ogni genere, tracciato mulattiere, costruito ponti e dato solidità a interi paesi hanno fascino e raccontano storie di ingegno e fatica, il muretto dell’Aias racconta collaborazione, unione e amicizia». I bambini hanno, con la loro semplicità, colorato le pietre che sono state posate nel muretto donando loro vita e creando qualcosa di unico. La Cooperativa Olivicola di Arnasco ricorda anche che «chilometri di muretti a secco purtroppo oggi sono compromessi o a forte rischio di degrado, coperti dai boschi o lasciati privi di manutenzione, alla mercé del maltempo e delle scorribandi di cinghiali e altri ungulati». Proprio per questo motivo, a partire dal 1999, è stato attivato il primo corso di muretti a secco che vede aumentare, ogni anno, il numero di partecipanti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci