Condividi l'articolo

Alassio. L’iniziativa è provocatoria, ma comunque pacifica. Nessun intento di promuovere manifestazioni di piazza o cortei. Quella organizzata dai commercianti di Borgo Barusso, nel cuore del centro storico di Alassio, vuole essere una protesta simbolica contro le misure stringenti del governo per contenere la diffusione dei contagi.

Per venerdì alle 5,30 del mattino è in programma «La spaghettata di Borgo Barusso». Ci si potrà godere lo spettacolo dell’alba sul mare ritrovandosi tutti insieme sulla passeggiata Ciccione, quella più a ponente della città del Muretto. Un evento che ha anche uno scopo benefico. L’incasso, infatti, verrà devoluto alle associazioni attive ad Alassio.

Un’iniziativa che sta già raccogliendo ampi consensi tra gli alassini. Il ritrovo è davanti al Caffè Barusso, praticamente alla fine dello storico Budello. «Un modo per riunirsi e manifestare con un bel piatto di spaghetti da mangiare in riva al mare», spiegano gli esercenti del borgo alassino che, come altri ristoratori e attività del posto, con i Dpcm del governo hanno subito un drastico calo d’affari.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici