Imperia: condannata a 1 anno e 10 mesi badante responsabile di furto in abitazione

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Imperia. I Carabinieri della Compagnia di Imperia hanno arrestato una donna albanese di 39 anni, ritenuta responsabile di furto in abitazione. L’attività investigativa, sviluppatasi in 48 ore, è stata realizzata dai militari della Stazione di Pieve di Teco e da quelli della Sezione Operativa della Compagnia di Imperia.

Il 6 gennaio scorso era stata presentata ai Carabinieri una denuncia per furto in abitazione, che era apparsa immediatamente anomala. Di fatto, la cassaforte nella quale si trovavano una modesta quantità di denaro e dei gioielli, non era stata scassinata bensì aperta con la chiave che la famiglia aveva nascosto nell’abitazione. I gioielli non sono stati toccati, mentre il contante era sparito.

Di conseguenza, le autorità di competenza hanno concentrato le indagini sulla cerchia familiare e sui contatti più confidenziali, tra i quali una badante incaricata delle cure di una persona anziana residente nella casa.

Avendo rilevato, nella mattinata dell’8 gennaio scorso, la sottrazione di 1.050 Euro, appositamente collocati nella cassaforte e registrati dai militari, i Carabinieri hanno fermato la badante, che è stata trovata in possesso della somma appena rubata e di alcuni profumi, anch’essi sottratti dall’abitazione. La donna è stata quindi condannata ad un anno e dieci mesi di reclusione.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci