Il farmacista di Albisola, Alessandro Grandis ucciso nella Repubblica Dominicana

La notizia della morte di Grandis ha fatto immediatamente il giro della città della ceramica.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Tristezza e sgomento nella città della ceramca ligure, che piange uno dei suoi giovani più promettenti: Alessandro Grandis. Il ventotenne albisolese, laureato e iscritto all'Ordine dei Farmacisti, da un paio d'anni si era trasferito nella Repubblica Dominicana, dove è stato trovato senza vita,, in un lussuoso complesso residenziale, ucciso da un proiettile che gli ha perforato la nuca, sparato, forse, per una vendetta privata, suscitata da una relazione sentimentale con una ragazza del posto.

Esclusa immediatamente l'ipotesi del suicidio, restano comunque aperte tutte le possibili indagini sul caso.

Appresa la notizia, il dottor Renato Giusto, consiglere dell'Ordine dei medici di famiglia della Provincia di Savona ha espresso il suo cordoglio e la vicinanza di tutti i colleghi, al grave lutto che ha colpito Pierfrancesco Grandis, medico di famiglia di Vado e la dottoressa Rosella Cacace, medico dell'ufficio di igiene dell'Asl2, genitori di Alessandro Grandis.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci