Il diktat di Giovanni Toti: "La scuola deve riaprire il 14 settembre"

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Liguria. "La scuola deve riaprire il 14 settembre. Non pensiamo di fare neanche un passo indietro su questo. E in questi giorni come Regioni stiamo lavorando e collaborando col Governo affinché si arrivi al risultato nel migliore dei modi". Lo dice il governatore Giovanni Toti.

"Nelle prossime ore come Conferenza delle Regioni otteremo dall’esecutivo di poter portare all’80% la capienza sui mezzi pubblici. Inoltre per garantire e monitorare la sicurezza dei nostri studenti e del personale scolastico come Regione abbiamo previsto 77 assunzioni di personale medico per il monitoraggio delle scuole e stiamo organizzando un hub intorno all'eccellenza dell’ospedale Gaslini, che fornirà supporto per ogni esigenza di carattere pediatrico e infantile. Intanto, con la nostra sanità, stiamo valutando altri metodi rapidi, innovativi e meno invasivi, come il test salivare, supportato da un prestigioso studio internazionale. Questo metodo, che fornisce il risultato in 15 minuti, risparmierebbe il fastidio dei tamponi soprattutto ai bambini e potrebbe essere fatto dalla persona stessa o dal genitore, consentendo la raccolta in sicurezza per l’operatore sanitario - aggiunge il presidente -. La Liguria in questa fase di ripartenza si conferma in prima linea nella strategia delle tre T, testare, tracciare, trattare, fondamentale per garantire la sicurezza dei cittadini e scongiurare qualsiasi ipotesi di nuove chiusure. Vengono processati in media oltre 2000 tamponi al giorno e con la nuova macchina dei tamponi che presto sarà attiva in Asl4 cresceranno ulteriormente, così da poter garantire un migliore e ancor più tempestivo tracciamento dei casi. Nonostante la situazione in Liguria sia sotto controllo, noi andiamo avanti per migliorarci sempre di più nella gestione dell’emergenza Covid. Non abbassiamo la guardia ma con ottimismo continuiamo a rispettare le regole che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci