Il Comune di Savona si rivolge ai privati per affidare il servizio di reperibilità cimiteriale

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Savona. Il Comune di Savona si rivolge ai privati per affidare il servizio di reperibilità cimiteriale e i servizi funebri essenziali nei casi di indigenza del defunto, stato di bisogno della famiglia.

Il servizio dovrà avere la durata di un anno, da giugno 2019 a maggio 2020 per una somma di 20 mila 500 euro. Se entro l’anno il Comune, con forte carenza di personale, farà un bando per l’assunzione di 19 dipendenti, il numero degli assunti non sarà in grado di coprire il fabbisogno e per i cimiteri Palazzo Sisto ha deciso di rivolgersi a privati. Quello della reperibilità sarà solo un primo passo.

Tre dei quattro dipendenti del cimitero hanno raggiunto l’età della pensione. Il Comune ora dovrà assegnare l’attività a soggetti privati, per un importo che potrebbe aggirarsi sui 400 mila euro

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci