Il campione Sasa Lukic in vacanza ad Alassio

Pista Kart Indoor Albenga

Alassio. Ventidue anni, centrocampista del Torino e della nazionale serba. Saša Lukić ha voluto festeggiare il compleanno (13 agosto) ad Alassio. Una toccata e fuga nella Baia del Sole prima dell’inizio del campionato di Serie A e dopo la bella vittoria (nell'andata del terzo turno preliminare di Europa League) per 5-0 contro i bielorussi dello Shakhtyor Soligors.

A fare gli onori di casa ad Alassio è stata Isabella Bioletti, da sempre fan sfegata dei granata che vive tra la città del Muretto e Torino molto amica del presidente Urbano Cairo. «Saša Lukić è un ragazzo simpaticissimo – racconta così il suo incontro la tifosa del Toro – Ho trascorso la serata al ristorante «El Galeon» di Jano Gangi in piazzetta Alberto Beniscelli, quindi la serata è proseguita a Le Vele, la discoteca tra Alassio e Albenga».

Chi lo ha incontrato ha chiesto al giocatore serbo selfie e autografi augurandogli un buon campionato nella rosa di Walter Mazzarri. C’è un legame forte tra la cittadina del ponente e il Torino. Sul Muretto, la collezione delle piastrelle firmate, nata da un’idea del compianto Mario Berrino, c’è anche quella del Toro. Solo una settimana fa aveva scelto di soggiornare nella Baia del Sole Alessandro Rosina, pure lui ex Toro, ora nella Salernitana. E’ arrivato accompagnato da Edelfa Masciotta ex miss Italia 2005, ex modella e attrice. Insieme alla famiglia il calciatore ha trascorso una serata tra buon cibo e musica alla pizzeria Italia da Giannino Galizia, un locale dove spesso s’incontrano calciatori, musicisti, artisti e attori. Prima di Saša Lukić e Alessandro Rosina era arrivato in Riviera Fabio Paratici, il dirigente sportivo della Juventus che negli ultimi due anni ha centrato due importati obiettivi: l’acquisto di Cristiano Ronaldo e per questa stagione di Matthijs de Ligt.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

Centro Revisione Arnaldi