Identificato il corpo dell'uomo recuperato al Porteghetto di Cervo

L’allarme era scattato in mattinata dopo che un passante aveva telefonato al “112” subito dopo aver avvistato il corpo dell’anziano.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Si chiamava Francesco Gervasoni, ottantenne residente ad Andora, il pescatore trovato morto questa mattina tra gli scogli del Porteghetto a Cervo. Nel pomeriggio è stato riconosciuto anche dal figlio. L’uomo avrebbe perso l’equilibrio, forse per un malore, per poi cadere in acqua. Ancora da accertare se la morte sia sopraggiunta a causa dell'annegamento o prima di cadere in acqua.

L’allarme era scattato in mattinata dopo che un passante aveva telefonato al “112” subito dopo aver avvistato il corpo dell’anziano, ormai senza vita, incastrato tra i massi. Sul posto sono arrivati l’automedica del 118, carabinieri e Guardia Costiera. Per recuperare la salma è stato necessario impiegare un gommone.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci