I racconti di mare di Gallerati a Palazzo Oddo di Albenga

  • Redazione
  • 1 min e 47 sec (269 parole)
  • Arte
  • albenga
La TUA pubblicità qui. Contattaci

Albenga. Una sequenza di oltre cinquanta opere, in cui sogno e realtà si sovrappongono e si confondono, invitando lo spettatore a oltrepassare il velo del conosciuto-quotidianamente-esperito per addentrarsi nella «Città dei Desiderata», come descritta nella famosa poesia di Max Ehrmann, in una personale mediazione di opposte tensioni. A Palazzo Oddo di Albenga, fino a domenica 9 dicembre, si può visitare la mostra personale dell'artista piacentino Alberto Gallerati intitolata «Racconti di Mare e Altre Storie» organizzata dalla Fondazione Oddi in collaborazione con la galleria Artender di Alassio, con il patrocinio del Comune di Albenga. Pittore, scultore e incisore dall'attività prolifica, Gallerati è ritenuto uno dei migliori acquarellisti italiani: inizia la sua attività artistica nel 1968 e si afferma da subito nella scena locale, giungendo a diventare presidente dell'associazione dei pittori piacentini e fondatore del gruppo Narratori Piacentini. L'artista vanta numerose e importanti mostre personali, che hanno portato sul territorio nazionale la sua cifra stilistica elegante e riconoscibile, una sapiente combinazione di originalità nella tradizione, che si confronta, almeno in alcuni stilemi (ma con garbo ed ironia, in una tensione colorata e festosa) con la Nuova Oggettività tedesca. La sua indiscussa abilità narrativa si rivela nelle opere selezionate per questa mostra in cui lo snodarsi di un viaggio onirico viene narrato in tono soffice, con delicata leggerezza. «La mostra di Alberto Gallerati apre una stagione espositiva che vedrà protagonisti quattro importanti esponenti della pittura italiana- spiega il presidente della Fondazione Oddi Alessandro Colonna - nell'intento dichiarato di avvicinare la cittadinanza all'arte contemporanea». La mostra, a cura di Francesca Bogliolo, si può visitare dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci