I detriti degli yacht provocano allagamenti a Rapallo

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Le conseguenze della mareggiata del 29 ottobre che ha colpito Rapallo e che ha trasportato gli yacht ormeggiati fino al lungomare, si ripercuotono ancora sul territorio. La pioggia degli ultimi giorni e i detriti delle imbarcazioni, che hanno ostruito le condotte delle acque bianche, hanno causato allagamenti in tutta la città.

ll10 novembre, il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco ha dato avvio alle operazioni di bonifica. La rete bianca della città non può più confluire in mare poiché i 7 canali, per mezzo dei quali questo era possibile, sono stati ostruiti dai detriti. “Squadre di operai con ruspe e idrovore sono al lavoro per stappare le condotte che con le abbondanti piogge tra giovedì e venerdì hanno causato l'allagamento di parte del centro storico" ha dichiarato Bagnasco.

I fanghi che si sono riversati in via Mameli, hanno danneggiato una ventina di attività commerciali. Secondo Enrico Castagnone, coordinatore di Confesercenti Tigullio, in via Mameli e in corso Italia ci sono problemi strutturali che sono già stati evidenziati, i quali hanno contribuito a peggiorare l'attuale situazione. Confesercenti si è occupata di distribuire moduli nei quali si possano segnalare i danni affinché i commercianti possano venire aiutati e risarciti.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci