Gli annunci in stazione disturbano i turisti, Upa dichiara guerra a Rfi

La TUA pubblicità qui. Contattaci

A dichiarare guerra a Rfi è l’Upa, l’Unione provinciale degli albergatori. Ha raccolto le lamentele dei propri associati e dei turisti che soggiornano negli alberghi della Riviera. «Gli annunci effettuati dagli altoparlanti delle stazioni costiere disturbano e tolgono il sonno». Un problema sentito in tutte le località balneari da Spotorno ad Andora. L’associazione degli albergatori, rappresentata da Angelo Berlangieri, ha preso carta e penna ed ha scritto una lettera-invito alla direzione di Rfi. «Abbiamo chiesto di ridurre al massimo annunci e campanelli che avvisano l’arrivo dei treni soprattutto la sera e al mattino presto. A disturbare sono anche i treni in corsa», sottolinea il presidente Berlangieri. «Sappiamo che per alcune stazioni ferroviarie, come ad esempio Pietra Ligure, Rfi ha avviato interventi di riqualificazione per renderle più accoglienti e al tempo stesso più funzionali. Con le nuove tecnologie riteniamo che sia possibile effettuare anche interventi di insonorizzazione degli impianti – sottolinea il numero uno dell’Unione provinciale albergatori – Dunque si potrebbe ipotizzare di ridurre il suono del campanello e al tempo stesso degli annunci, decisamente troppo alti. Tutto questo affinché venga assicurata un po’ di quiete per coloro che dormono negli alberghi e nelle strutture ricettive nei pressi delle stazioni ferroviarie».

Alcuni albergatori, proprio per accontentare la clientela, in attesa che venga messo il bavaglio agli altoparlanti, hanno fatto ricorso all’installazione di vetri insonorizzati alle finestre. Un isolamento acustico dei vetri, che garantisce un assorbimento dei rumori esterni anche oltre l'80%. Ma accorgimenti vengono richiesti a gran voce anche alla direzione Rfi. «Facendo ricorso alle nuove tecnologie – spiega Angelo Berlangieri – crediamo che non sia del tutto impossibile trovare una soluzione che da un lato possa accontentare i passeggeri di Trenitalia e dall’altro la tranquillità dei turisti che hanno scelto la Riviera per trascorrere le vacanze in relax».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci