Giovane ligure morì in vacanza a Palma di Maiorca, reato a rischio prescrizione

Centro Revisione Arnaldi

Genova. Per il rischio di una nuova prescrizione è stata anticipata l'udienza in corte d'appello a Firenze del processo sulla morte di Martina Rossi, la studentessa genovese 20enne che precipitò dal balcone di una camera di albergo a Palma di Maiorca il 3 agosto 2011. Dopo che ieri era stato dichiarato prescritto il reato di morte come conseguenza di altro reato, oggi è stata anticipata al 10 febbraio l'udienza prevista per settembre: contro i due imputati, i 28enni aretini Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, resta in piedi l'accusa di tentata violenza sessuale di gruppo che però si prescriverà nel 2021. A rendere nota la decisione della presidente di sezione Angela Annese è stato l'avvocato Stefano Savi che assiste i genitori della ragazza. La presidente ha potuto anticipare la data, che era prevista a settembre con la prescrizione sempre più vicina, perché è stato assegnato un altro consigliere alla sezione consentendo così di rimodulare il carico di udienze. I due in primo grado erano stati condannati a 6 anni.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci