Giornata alassina per Roger Hodgson in attesa del concerto storico di domani

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Alassio. Dalla California è arrivato all'aeroporto di Nizza, Roger Hodgson. Da lì Roger Hodgson e la sua band hanno raggiunto Alassio dove sono ospitati dall'Hotel Toscana, dall'Hotel Aida e dall'Hotel Bristol, affacciati sulla piazza dove domani, martedì 27 agosto, si esibiranno nel terzo appuntamento con When We Were Kids: il format di Giampiero Colli che in tre anni ha portato nella Città del Muretto i più grandi nomi della musica internazionale degli Anni Ottanta, abbinandoli ai maestri dell’arte della ristorazione.

Così dopo Tony Hadley degli Spandau Ballet, dopo i Village People, dopo gli Earth Wind & Fire e dopo Christopher Cross, solo per citarne alcuni, è la volta di Roger Hodgson, l’anima dei Supertramp, l’autore di canzoni indimenticate e indimenticabili: “Dreamer”, “Breakfast in America”, “Take the long way home”, School”, “Fool’s ouverture”, “Hide in you shell”, “Give a little bit”, “It’s raining again”, “Had a dream”, la stupenda “If everyone was listening” e soprattutto “The logical song”.

“Breakfast in America”, l’album che le contiene, compie quarantanni e l’istrionico scrittore e compositore lo sta portando in un tour mondiale che avrà in quella alassina l’unica data sul territorio nazionale.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci