Genova, Mozart per tutti al teatro Carlo Felice

Sabato concerto gratuito dalle 20:30

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Mozart è stato un Massone, una scelta che influenzò la sua musica. Il tema sarà approfondito sabato 10 marzo alle 20:30 presso la Sala Montale del Teatro Carlo Felice a Genova. Una serata con ingresso gratuito in cui alcuni straordinari professori d’orchestra suoneranno alcune tra le più note e ‘misteriose’ musiche del compositore austriaco. Tra queste, “An die Freude” (Alla Gioia, K.53) che a 11 anni compose per il suo medico, dottor Wolff, come ringraziamento per averlo curato dal vaiolo. Pare sia stato lo stesso Wolff, massone, a suggerire il testo, tratto da una raccolta di canti latomisti su cui scrivere l’aria. Il repertorio massonico costituisce un momento centrale nella produzione dell’artista austriaco.

Mozart entrò ufficialmente nella Massoneria il 14 dicembre del 1784, nella loggia “Zur Wohltätigkeit” (Alla Beneficenza) fondata dal Maestro Otto von Gemmingen. Da quella data sembra cambiare anche l’intero linguaggio mozartiano, così come lo stesso destino del repertorio massonico. Il concerto di Genova rappresenta una tappa importante per capire la sua musica in quei passaggi che, a un primo ascolto, sono pieni di simboli e ‘mistero’. Sul palco salirà il tenore Erlendur Thor Elvarsson accompagnato al violino da Marcello Defant, Roberto Traini al violoncello e Piero Barbareschi al pianoforte. Giacomo Fornari sarà il relatore. L'evento è organizzato dal Collegio Goi Liguria.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci