Genova in festa per l'arrivo dei Simple Minds

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Atmosfere Anni 80 stasera al Porto Antico: per la rassegna «Live in Genova» sono sul palco dell’Arena del mare i Simple Minds, il gruppo musicale scozzese capitanato dal leader storico Jim Kerr, di fatto la band più rappresentativa del decennio, con 41 anni di carriera alle spalle e 60 milioni di copie vendute. E’ comunque un momento di intensa attività per i Simple Minds: nel 2017 la band aveva già girato l’Italia con una serie speciale di concerti acustici per promuovere il precedente disco «Acoustic», che per la prima volta rivisitava in chiave intimista le loro canzoni più famose. Il tour attuale segue l’uscita, lo scorso febbraio, del nuovo album di inediti , il diciottesimo album in studio, «Walk Between Worlds», caratterizzato da una prima parte con sonorità più new-wave e post-punk, mentre la seconda è più morbida con partiture orchestrali. E’ il sound pop rock che ha resto il gruppo celebre in tutto il mondo. «Ho la sensazione che queste canzoni siano destinate a vivere di vita propria nella dimensione live, non vediamo l’ora di suonarle tutte dal vivo insieme ai brani storici, quando partiremo per il prossimo tour» aveva detto Jim Kerr in occasione del lancio dei primi concerti della tournée, a Londra. Tra i brani, le reminiscenze art-rock di «Utopia» e «Summer», o «Barrowland Star» che prende il titolo dallo storico club di Glasgow, con il grande assolo finale di Charlie Burchill, il chitarrista tra i fondatori del gruppo. E ancora «Signal And The Noise», «Sense Of Discovery», «Angel Underneath My Skin». Oltre ai brani di «Walk Between Worlds», nella scaletta dei live italiani dei Simple Minds non mancano capisaldi come «Waterfront», «Sanctify Yourself» e ovviamente «Alive and Kicking». Uno ad uno, suonano tutti i più grandi successi, da «Someone Somewhere» a «Once upon a time», da «All the things she said» a «Don’t you (forget about me)». Il rapporto con l’Italia è molto stretto: Kerr ha vissuto per anni a Taormina dove ha costruito un albergo alle pendici dell’Etna. Dalla prima formazione è rimasto anche Mel Gaynor. Fino a oggi le tappe del tour hanno registrato ovunque il tutto esaurito. Il concerto inizierà alle 21, cancelli aperti dalle 19. Prossimo appuntamento della rassegna al Porto Antico, è il 14 con Anastacia, ma venerdì, per il Goa-Boa Festival, ci sono i Negrita e in apertura Kiol,

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci