Furti di lumini e fiori al cimitero di Alassio, è allarme

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Alassio. Colpiscono una sfera personale delicata come quella degli affetti che non ci sono più. Da qualche tempo, nel cimitero di Alassio, sono in azione i ladri. L’ultimo colpo è di sabato scorso. A raccontare l’episodio una donna che era andata a trovare i suoi cari: «Dal loculo dei nonni, che si trova in fondo al camposanto, erano spariti i fiori. Credevo fosse stato il vento di questi giorni e invece, con grande amarezza, ho notato che solo da quel loculo era sparito il mazzetto che avevo portato per i nonni. Fa male vedere cose del genere e che purtroppo non viene rispettata la sacralità del luogo e il riposo dei defunti».

Non è la prima volta che dal cimitero cittadino vengono portati via i fiori che i parenti lasciano davanti alle tombe dei defunti. «Altre persone mi hanno raccontato di sparizioni di scope e lumini da tombe e loculi», racconta ancora la donna.

Oltre ai fiori spariscono anche oggetti. Se venissero messi su altre tombe forse qualcuno potrebbe accorgersene. Per chi subisce certi atti, ovviamente, oltre allo sconcerto rimane la rabbia. Tra i parenti che vanno a fare una visita al camposanto è allarme perché si passa dal rubare i fiori alle scope che vengono lasciare dietro le tombe. In passato sono spariti anche vasi, portavasi, cornici ed altri orpelli delle lapidi realizzati in rame. I malviventi, la cui identità è ovviamente sconosciuta, avevano fatto visita derubando le sepolture degli ornamenti in rame che i parenti dei defunti hanno dedicato alla memoria dei loro cari estinti. Il metallo è molto prezioso a causa della possibilità di impiegarlo in numerosissimi settori data la sua alta duttilità, il fatto che sia un ottimo conduttore di elettricità e calore, la sua durata nel tempo. Gli oggetti in rame, ma anche fili e tubi, vengono venduti al mercato nero dove la richiesta è sempre molto alta per poi essere sciolti e quindi riutilizzati. Tali caratteristiche sono conosciute fin dall’antichità tant’è che il rame è ritenuto essere il metallo più usato nella storia dell’umanità.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci