Frane e smottamenti, situazione ancora difficile nel savonese

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Savona. Frane e smottamenti, strade letteralmente mangiate dalla pioggia battente. Arterie di collegamento nevralgiche come l’A10 e la SP29 del Cadibona chiuse o con fortissime limitazioni. Tra Varazze e Arenzano fango e acqua hanno invaso la carreggiata. Si viaggia su una una sola corsia ma sulla carreggiata opposta con un by pass ad Arenzano. In direzione opposta, all’alba di domenica, era rimasta chiusa tra Albisola e Savona e poi riaperta.

Chiusa per frana l'entrata e l'uscita di Celle sempre per frana. Scenario da apocalisse nelle strade interne. Chiusa la strada provinciale del Cadibona poco oltre Savona. Situazione che ha reso più complicati i collegamenti con la Val Bormida e il basso Piemonte quando, nel primo pomeriggio, è crollato anche il viadotto dell’A6 alla Madonna del Monte.

Grave la situazione di Stella dove vivono 3 mila persone ora isolate. Tecnici al lavoro senza sosta per ripristinare il transito sulla statale 334 che passa da Albisola. L’amministrazione e gli uffici comunali, Protezione Civile, Croce Rossa di Stella e volontari con mezzi pesanti sono costantemente al lavoro per far fronte a una situazione piuttosto critica.

Sono chiuse al traffico:

  • la Sp 22 Celle – Stella San Martino all’altezza di località Brasi; la Sp 57 Varazze – Alpicella – San Martino per smottamenti e frane in varie zone;
  • la Sp 542 Pontinvrea – Varazze con un tratto di strada completamente crollato prima dell’abitato di Stella San Martino;
  • la Sp 37 Vetriera – Sanda per un importante smottamento prima dell’abitato di Gameragna, ma riaperta in direzione Gameragna – Sanda;
  • la Sp 2 Stella – Ellera per numerosi movimenti franosi e smottamenti;
  • la Sp 32 Stella San Bernardo parzialmente riaperta, ma non in sicurezza.

Da sabato sono chiuse:

  • la 490 di Calizzano;
  • la Sp 15 tra Pallare e Bormida;
  • la SP 50 a Vara inferiore e la SP 43 a Martina Acquabianca entrambe nel Comune di Urbe;
  • il sottopasso della SP 29 a Cairo Montenotte;
  • la SP 5 a Mallare; la 18 a Moglio e la 19 nel Comune di Arnasco;
  • la 49 a Sassello-Piampaludo e
  • la 490 nel Comune di Magliolo.

Franata anche la strada nella zona di Finalborgo. Sulla strada per Isasco-Varigotti due frane bloccano la carreggiata e si spera di poter per ripristinare la viabilità nella giornata di oggi. Smottamenti anche a Olle Superiore. Si viaggia a senso unico alternato in attesa di ulteriori verifiche.

Complessa la situazione a Rialto , comune dell’entroterra finalese: ben sei le frazioni isolate, in un comune piccolo ma dal territorio molto vasto: circa 200 persone sono bloccate nelle loro abitazioni. Per le piogge torrenziali la strada provinciale 17 è collassata. Chiusa via Scotti per cedimento e problemi anche in via Cheirano nel tratto compreso con il bivio Cà de Rizzi.

Problemi alla circolazione anche sull’Aurelia tra Albenga e Alassio ancora a senso unico alternato dopo lo smottamento di dieci giorni fa nella zona di Torre Delfi tra il Baba Beach e Punta Murena con cascate d’acqua sulla strada.

Controllata a vista l’Aurelia anche a Capo Mele dove erano appena iniziati i lavori per la messa in sicurezza del versante a monte della strada tra le gallerie di Laigueglia e Andora.

Problemi anche sulle linee ferroviarie. La Torino - San Giuseppe - Savona via Ferrania è stata riattivata dalle 8, rimane interrotta via Altare per rami caduti sulla linea. I bus sostitutivi possono circolare via autostrada tra San Giuseppe e Savona. Sulla linea Genova Savona Ventimiglia la mareggiata ha ricoperto il binario lato mare sul binario tra Loano e Albenga, quindi la circolazione nella tratta prosegue alternata su un solo binario.

Fermi gli impianti delle funivie del carbone dopo che si è verificata una frana sul lato mare della stazione di San Lorenzo lungo l’impianto di Funivie Spa. La frana ha coinvolto due pali di entrambe le linee funiviarie, rendendo momentaneamente inutilizzabile il sistema di trasporto dei vagonetti. Sul posto per le verifiche del caso si sono subito attivati i tecnici della società che hanno anche richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci