Firmato un protocollo di intesa tra gli enti locali liguri e Leonardo

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Firmato a Genova il Protocollo di intesa tra gli Enti locali liguri e Leonardo finalizzato allo sviluppo di progetti e dimostratori tecnologici per la prevenzione, la salvaguardia e la sicurezza dell’ecosistema territoriale della regione.

L’accordo è stato siglato dal Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, dal sindaco di Genova Marco Bucci, dal Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini e dall’amministratore delegato di Leonardo Alessandro Profumo.

In base al Protocollo, della durata triennale e in linea con gli obiettivi dell’Agenda di Sostenibilità 2030 delle Nazioni Unite e con le principali direttive comunitarie in materia di sicurezza integrata e prevenzione dei rischi, verranno individuate specifiche aree dove sviluppare progetti di resilienza territoriale e monitoraggio ambientale attraverso l’applicazione di tecnologie e strumenti innovativi a supporto della sicurezza e della salvaguardia dei cittadini.

Nel dettaglio, Leonardo si impegna a mettere a disposizione degli Enti la propria esperienza per implementare specifiche soluzioni tecnologiche in diversi ambiti, quali monitoraggio del territorio, mobilità, servizi ai cittadini, sicurezza, efficienza energetica, tracciabilità delle merci, resilienza dei sistemi cyber. La società potrà, inoltre, collaborare con altri soggetti pubblici e privati, anche non presenti sul territorio regionale, nell’ottica di promuovere il territorio della Liguria come un polo di eccellenza dell’innovazione.

L’attuazione delle attività incluse nel Protocollo sarà assicurata da uno Steering Committee che individuerà le linee strategiche di sviluppo del programma, per estenderlo ad altri partner privati e istituzionali e, infine, per supportare le attività di promozione e sviluppo.
“Oggi – ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti - sigliamo un Protocollo d’intesa con cui mettiamo in filiera le capacità tecnologiche che Leonardo ha, e quelle che svilupperà nei mesi e negli anni a venire, non solo a disposizione degli enti locali e del sistema portuale della Liguria, ma dell’intero Paese, delle sue infrastrutture e del suo territorio. Lo facciamo all’indomani di due settimane che sono state particolarmente complesse per Liguria, ma non solo, un momento in cui ancora di più si comprende quale sia l’importanza della tutela del territorio, del monitoraggio e della ristrutturazione delle opere pubbliche, di quanto sia fondamentale un grande piano di investimenti per portare fuori il Paese da un ritardo infrastrutturale endemico del territorio italiano. Crediamo che grazie alla tecnologia che Leonardo ha sviluppato in questi anni, le strutture e professionalità che ha a disposizione, andiamo oggi a realizzare un polo di eccellenza che possa fornire gli strumenti per indirizzare le decisioni pubbliche e di investimento nella direzione giusta: non è un caso che nasca a Genova, un luogo che ha pagato un prezzo altissimo, ma ha anche maturato l’esperienza per affrontare i problemi”.
“Siamo molto grati a Leonardo, storica presenza industriale nella città di Genova, per il contributo rilevante che porta alla città grazie a questo documento – ha detto il sindaco Marco Bucci - . In un momento delicato come quello che Genova sta attraversando, il supporto diretto e concreto da parte di una grande realtà aziendale è di fondamentale importanza”.
“Vorrei sottolineare l’estrema rilevanza per il porto di Genova del protocollo che abbiamo firmato oggi insieme a Regione Liguria, Comune di Genova e Leonardo - ha dichiarato il Presidente Signorini -. Gli ambiti di intervento per il porto possono essere molteplici e vanno dalla cyber security, al monitoraggio delle infrastrutture nonché alla realizzazione del nuovo varco a ponente del porto. Speriamo di avere il supporto di un operatore come Leonardo per attrezzarci e affrontare al meglio queste nuove sfide”

“Con l’intesa odierna rinnoviamo il nostro impegno verso la Liguria e Genova - ha sottolineato Alessandro Profumo -. Leonardo offrirà le proprie competenze agli Enti locali per attivare il primo partenariato pubblico-privato in grado di supportare la sicurezza dei cittadini e del territorio ligure, una delle regioni di riferimento nel sistema produttivo della nostra azienda”.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci