Ecco la banca dei partigiani della Liguria

Scoperti nuovi aspetti della resistenza nella nostra regione

  • Redazione
  • 1 min e 0 sec (150 parole)
  • Attualità
La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Sono 35 mila le storie che, da oggi, si potranno trovare sul sito dell'Ilsrec, l'Istituto ligure per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea Raimondo Ricci, che ha messo online la Banca dati del Partigianato Ligure. Un'operazione particolarmente complessa, realizzata da una équipe di studiosi nell'arco del triennio 2015-2018 che ha analizzato le schede biografiche di uomini e donne della Resistenza in Liguria. Si tratta di tutte quelle persone che sono state registrate all'archivio centrale dello Stato di Roma con qualifica di partigiani, patrioti, caduti e deportati nei lager nazisti.

Un lavoro che ha permesso, tra l'altro, di mettere in luce anche nuovi aspetti della resistenza nella nostra Regione. "È molto interessante scoprire la forte partecipazione dei militari alla resistenza che - spiega uno di ricercatori, Alessio Parisi - apre alla possibilità di nuovi filoni di ricerca, visto che hanno giocato un ruolo fondamentale sino dal settembre del 1943".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci