E' un marocchino di 46 anni l'arrestato per rapina ad Albenga

  • Redazione
  • 1 min e 58 sec (295 parole)
  • Cronaca
  • albenga
La TUA pubblicità qui. Contattaci

Albenga. E' un marocchino di 46 anni, con diversi precedenti penali, il responsabile della rapina ai danni avvenuta davanti alle scuole Paccini ad Albenga. Vittima una donna di 55 anni. Subito dopo il fatto i carabinieri hanno dato vita ad una vera e propria caccia all'uomo che è fuggito lungo il fiume Centa.

La donna, una coltivatrice diretta di 55 anni, invece, è stata accompagnata all'ospedale per essere medicata per alcuni traumi subiti dopo la rapina. Guarirà in una decina di giorni. Il nordafricano, invece, è stato arrestato dai militari. Si tratta di un uomo che ha precedenti penali ora rinchiuso nel carcere di Imperia a disposizione della Procura di Savona. Determinanti per la cattura del pregiudicato le immagini a circuito chiuso della zona collegate alla sede della polizia municipale di Albenga.

Sono stati alcuni passanti ad aver lanciato l’allarme al “112” il Numero unico d’emergenza. Da quel momento è iniziata una luna caccia all’uomo. Alcuni testimoni hanno raccontato di aver notato lo straniero lanciarsi nel greto del fiume Centa, nei pressi delle scuole. Determinanti sono state le immagini a circuito chiuso della zona collegate al comando della polizia municipale nell’ex Tribunale. E’ stato ricavato un fotogramma che ha consentito ai militari dell’Arma di identificare l’autore dello scippo. Lo straniero è stato catturato nei pressi di un esercizio commerciale e il parcheggio di un supermercato. Addosso aveva ancora gli stessi abiti che indossava al momento del colpo: blue jeans e giubbotto marroncino chiaro e maglia scura.

La borsa della donna è stata recuperata da una pattuglia che aveva partecipato alle ricerche non distante dal plesso scolastico dove lo straniero aveva teso l’agguato alla vittima. Ora il marocchino si trova rinchiuso in una cella del carcere di via Agnesi a Imperia a disposizione della magistratura savonese.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci