E' tornata alle 22 l'acqua nell'Imperiese dopo tre rotture della condotta

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Imperia. E' tornata alle 22 di ieri sera l’erogazione idrica in provincia di Imperia rimasta interrotta dal comune di San Lorenzo al Mare a quello di Cervo, al confine con la provincia di Savona, per tre perdite d’acqua sull’acquedotto Roja che rifornisce il Golfo Dianese avvenute a Imperia tra lunedì e ieri notte, di cui una in via San Lazzaro a Porto Maurizio considerata grave, che intorno all’1.40 ha provocato l’esplosione di una tubatura e l’allagamento di un sottopassaggio pedonale.

Dalle prime luci dell’alba di martedì i tecnici di Amat, la municipalizzata che gestisce la rete idrica a Imperia, hanno lavorato per il ripristino del guasto. Almeno 150 mila le persone rimaste senz'acqua per tutta la giornata dopo che si sono esaurite anche le riserve dei serbatoi.

Amat ha allertato i Vigili del Fuoco che hanno garantito la presenza di un’autobotte in supporto all’ospedale di Imperia. Altri due mezzi dei Vvf sono arrivati da Genova e sono stati utilizzati nelle aree maggiormente colpite dall’emergenza idrica. Diano Marina e l'intero Golfo dianese erano rimasti senz'acqua a causa, appunto, dell'esplosione intorno all'1.40 dell'altra notte di una tubatura dell'acquedotto Roja in via San Lazzaro a Porto Maurizio, Imperia.

Già nel tardo pomeriggio di lunedì, però, sempre a Imperia ma in località Borgo Peri, l'acquedotto era stato interessato da un primo guasto che aveva lasciato a secco i rubinetti del Dianese. Per questo il comandante della polizia locale di Diano Marina, Franco Mistretta, aveva richiesto l'intervento dell'autobotte dell'acquedotto San Lazzaro di Albenga che, giunta in piazza Martiri della Liberta, di fronte al palazzo civico della Città degli Aranci, ha distribuito 14mila litri di acqua a residenti e turisti. Non appena il primo guasto è stato riparato, si è verificata la seconda rottura dell'acquedotto, più grave della prima, che ha causato l'allagamento del sottopassaggio pedonale attiguo a via San Lazzaro e che ha di nuovo lasciato senz'acqua il Golfo e subito fatto annunciare il ritorno in piazza dell'autobotte.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci