Due trasfertisti arrestati dai carabinieri di Alassio. Prosegue la lotta al crimine estivo

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Alassio. I Carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Alassio, impegnati quotidianamente in una intensa attività di contrasto alla criminalità, nella tarda mattinata hanno tratto in arresto due “ trasfertisti” piemontesi, di origine marocchina, già noti alle forze dell’ordine. I due dopo aver rubato dei gelati, da un rivenditore nel budello, si sono dati alla fuga, lungo via Dante, trafugando anche alcuni capi di abbigliamento esposti da un rivenditore cinese.

Segnalati alle forze dell'ordine, da alcune persone che avevano assistrito ai fatti, i ladri sono stati raggiunti dai Carabinieri presso la stazione ferroviaria, dove ad attenderli vi era un altro gruppo di agenti in servizio. Recuperata la merce trafugata, di cui si erano disfatti durante la fuga, i i carabinieri ne hanno disposto l'arresto per furto aggravato in concorso e ricettazione di una carta di credito sottratta ad una turista. Domani saranno giudicati, a Savona, col rito direttissimo.

Nella stessa giornata, ad Andora, I Carabinieri della locale stazione, coadiuvati dalla radiomobile, i hanno notato due ragazze in atteggiamento sospetto vicino ad alcune abitazioni che, alla vista degli agenti si sono date alla fuga. Fermate e percuisite, i carabinieri hanno rinvenuto un grosso cacciavite che è stato prontamente sequestrato. Le due giovani sono state denunciate per possesso di arnesi da scasso.

I Carabinieri, presenti sul territorio con agenti, personale in borghese e nucleo cinofilo, invitiano tutti a segnalare ogni minimo sospetto, chiamando il 112 ,oppure rivolgendosi direttamente agli agenti di pattuglia.

C.S.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci