Dopo alluvione: il sindaco di Cisano fa il punto della situazione

Ora la conta dei danni, tra fango e lacrime dei cittadini.

Borghetto Revisioni

Cisano sul Neva. Sono passate 24 ore dall'alluvione che ha colpito la cittadina, e ora si fa la conta dei danni, tra fango e la disperazione di chi ha perduto la propria attività.

"Un'apocalisse. - così commenta Massimo Niero, sindaco di Cisano - Abbiamo cercato in primis, con un by-pass all'acquedotto, di ridare l'acqua potabile alla cittadinanza di Martinetto, e poi ovviamente di ripulire le strade e le arterie che portano ad Albenga ed ai paesi a noi confinanti."

Ieri verso l'ora di pranzo il Neva ha superato il livello critico di piena, oltrepassando i 4 m ed esondando. La forza della piena del torrente ha travolto tutto quanto a Cisano, isolandoli e privandoli di illuminazione pubblica ed acqua potabile. Distrutto il distributore di carburante, e allagato completamente i vicini punti di ristoro "KM 0 Pit Stop" e "da Dumme".

"È stato un evento imprevedibile. - conclude Niero - Anche a detta degli anziani del paese, non hanno mai visto una cosa del genere."

https://www.facebook.com/Mediagold.IT/videos/711674448985073 https://www.facebook.com/Mediagold.IT/videos/711664442319407

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci