Donna umiliata e maltrattata dal marito per anni davanti ai figli minorenni dice "basta".

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

BORGHETTO SANTO SPIRITO (SV). I Carabinieri della Stazione di Borghetto Santo Spirito, sono intervenuti nell’abitazione della vittima, una donna 39enne di origine marocchina, che condivide con il proprio marito, un cuoco egiziano di 42 anni. La donna disperata dalle continue vessazioni del marito, aveva denunciato tutto ai Carabinieri qualche giorno prima, quando ormai esasperata aveva trovato il coraggio di mettere fine all’incubo che pervadeva la sua quotidianità domestica, fatta di botte ed umiliazioni anche davanti ai propri figli.

I Carabinieri dopo gli immediati accertamenti si sono presentati dal marito egiziano a distanza di pochissimi giorni, e presso la sua abitazione lo hanno dichiarano in arresto, trasferendolo presso il Comando Compagnia Carabinieri di Albenga da dove, dopo le formalità conseguenti, lo hanno condotto presso il carcere di Imperia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La donna, casalinga, profondamente segnata nel fisico e nel morale, assistita da una psicologa specializzata, aveva raccontato ai militari una storia violenze fisiche e psicologiche subìte da lei e dai suoi due figli a partire dal 2009. Poi aveva attraversato anni di relativa quiete quando nel 2014, è ricominciato l’incubo finito solo oggi.

L’accusa scolpita nell’ordinanza firmata dal GIP Meloni del Tribunale di Savona parla di lesioni e maltrattamenti in famiglia.

Oggi la donna e i suoi due figli ancora minorenni, hanno ritrovato il sorriso e la speranza di un futuro più sereno.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci