Dalla Cna di Imperia la proposta in tempi di Covid: «Impiegare autobus privati e van come scuolabus»

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Imperia. «Il trasporto persone sta vivendo una grave crisi a causa dell’emergenza sanitaria, un comparto che conta in Italia oltre 38mila imprese, in larga parte artigiane, e circa 40mila dipendenti, con un parco veicoli intorno alle 70mila unità tra autobus noleggio, Taxi e NCC». È quanto dichiara Luciano Vazzano, Segretario territoriale CNA Imperia che ha poi aggiunto: «Siamo d’accordo con gli esponenti del Governo che hanno ribadito la necessità di continuare ad avere la scuola in presenza, ma per disporre degli alunni in aula è necessario un trasporto pubblico efficiente, sufficiente e soprattutto in sicurezza, che al momento non c’è. Per integrare la carente offerta di trasporto pubblico fino al ritorno alla normalità noi proponiamo ancora una volta l’impiego di autobus da noleggio e van».

«Il settore privato può mettere a disposizione una flotta di circa 50mila mezzi, tra autobus e Van, già su strada: a livello nazionale, oltre il 90 per cento delle attività, infatti, è fermo da mesi per la assoluta scarsità di commesse, gli stessi mezzi stanno invecchiando senza essere utilizzati, per non parlare dei tanti titolari artigiani e degli autisti rimasti senza lavoro. - prosegue - Non è preferibile occupare le persone per svolgere un’attività di altissimo interesse sociale invece che tenerle a casa?»

«Anche nella Provincia di Imperia ci sono imprese che potrebbero contribuire al trasporto scolastico degli alunni. - conclude Vazzano - Lanciamo dunque un appello alle Istituzioni affinché la necessità degli studenti di avere un trasporto sicuro e quella delle aziende di lavorare si incontrino il prima possibile».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci