Coronavirus, Giovanni Toti: «nuovi dati confermano Liguria in zona gialla»

Giovanni Toti: «Chi ha intenzione di continuare questo processo insensato alle Regioni pensi al Commissario per la sanità in Calabria»

ad-unit-arte-e-kaos-alassio-728-90

Genova. «Gli indicatori forniti dalla nostra Regione sono tempestivi e accurati - questo il commento di pochi minuti fa del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sul suo profilo Facebook -, il nuovo report arrivato in queste ore dall’Istituto di Sanità conferma i dati del precedente, quello sulla base di cui la Liguria è stata classificata zona gialla - e prosegue -. Il Governo ha deciso di dividere il Paese in fasce e lo reputo un metodo accettabile - e conclude -. Poi però non mettiamoci a contestare quei dati che le Regioni, con attenzione e un grande lavoro, trasmettono a Roma».

https://www.facebook.com/giovatoti/posts/2802724166641612

Questo il post che fa seguito a quello di ieri dove il governatore Toti confermava i dati dell'ultimo report dall'Istituto Superiore di Sanità. «Il Report 25 arrivato oggi dal Ministero e dall’Istituto Superiore di Sanità conferma totalmente i dati del Report 24 - commentava Giovanni Toti su Facebook -, su cui sono state fatte le valutazioni relative alla zona gialla della nostra Regione. In particolare tutti gli indicatori (nessuno escluso) sono considerati di qualità e 3 sopra il 90% (cioè di grande accuratezza).»

«Per quanto riguarda l’Rt - preseguiva Toti -, i due valori medi di riferimento si confermano: sintomi 1,37; medio 1,48. Dunque i dati sulla base di cui sono state prese le decisioni sono precisi, accurati e confermati. È la dimostrazione che in Liguria tanti professionisti lavorano con serietà e diligenza.»

«Chi ha intenzione di continuare questo processo insensato alle Regioni pensi al Commissario per la sanità in Calabria nominato da Roma (dall’ex Ministro della Salute Grillo, del M5S) e dimesso oggi per imbarazzante e pericolosa incapacità», concludeva il suo commento il presidente della Regione Liguria.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci