Controlli di Pasqua a Bergeggi: oltre 40 accertamenti, 2 sanzioni, previsti approfondimenti su auto in sosta e videosorveglianza

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Bergeggi. Era stata annunciata dal sindaco Arboscello un'intensa e capillare attività di controllo da parte della Polizia Municipale tesa a prevenire e contrastare lo spostamento dei proprietari delle seconde case al mare durante il weekend della Pasqua.

E così è stato. Turni straordinari, posti di blocco agli ingressi del paese, controlli mirati presso le abitazioni dei non residenti, controlli lungo la passeggiata a mare e sui sentieri.

Questa l'attività svolta a partire da giovedì e protratta fino a ieri sera dalla Polizia municipale di Bergeggi.

Oltre 40 veicoli controllati in questi ultimi 2 giorni. 2 le sanzioni notificate per violazione del divieto di spostamenti fuori dal Comune di residenza: 1 a una persona residente a Spotorno di ritorno dalla spesa effettuata a Vado e una a un residente a Savona sorpreso a girare in auto a Bergeggi senza alcuna giustificazione.

Molti gli interventi eseguiti su segnalazione di cittadini per la presenza sospetta di persone non residenti con controlli risultati negativi.

Battuti a tappeto passeggiata a mare, spiagge, sentieri interni senza nulla da rilevare. Passato questo weekend l'attività di prevenzione sembra non fermarsi qui. L'attività come spiega il sindaco si protrarrà anche nei ponti del 25 aprile e 1 maggio mentre in questi giorni la Polizia Municipale provvederà ad incrociare i dati delle targhe delle auto in sosta con la residenza dei proprietari. Verranno inoltre passati al setaccio i filmati delle videosorveglianza presenti agli ingressi del paese per verificare eventuali arrivi anomali notturni.

«L'enorme mole di lavoro svolta dalla nostra Polizia Municipale, che ringrazio per l'impegno e la professionalità, e da tutte le forze di polizia era necessaria, soprattutto a scopo preventivo e deterrente. Il basso numero di violazioni rilevate sta a significare che le persone hanno recepito che l'unico modo per tornare velocemente alla normalità è stare a casa e rispettare regole e divieti. Gli appelli fatti in questi giorni sono serviti. Ora non dobbiamo mollare. Proseguiremo con l'attività intensificandola nuovamente in occasione del 25 aprile programmando anche qualche controllo straordinario notturno» commenta Arboscello.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci