Commissariato di Alassio arresta un pericoloso latitante della Repubblica Ceca.L'uomo è stato rintracciato a Ceriale

Si teme per la vide della donna sequestrata e attualmente scomparsa

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Nel pomeriggio di ieri, dopo serrate indagini, è stato tratto in arresto da personale del Commissariato di Alassio, HODEK Vaclav, nato il 15.03.1968 a Praga, colpito da Mandato d’Arresto Europeo (MAE) perché accusato di sequestro di persona nei confronti di una connazionale che risulta attualmente scomparsa e della quale si teme per la sua vita.

L’HODEK, allontanatosi pochi giorni fa dal Paese d’origine, si nascondeva presso un’abitazione di Ceriale, unitamente alla moglie, una donna russa sposata un mese fa e conosciuta un anno prima, che pare ignorasse i trascorsi del marito.
L’attività investigativa si è concentrata nell’arco di due giorni, in una complessa fase di osservazione, avendo come unici elementi le due autovetture di proprietà della donna scomparsa in uso all’arrestato.
L’arresto dell’uomo ha richiesto una particolare attenzione per via della sua pericolosità, particolarmente evidenziata dalle autorità della Repubblica Ceca; l’improvviso intervento dei poliziotti del Commissariato di Alassio, coordinati dal Vice Questore Gilda Pirrè, ha evidentemente colto di sorpresa l’HODEK che, nonostante le precauzioni adottate, non si attendeva un tale epilogo.
Durante le fasi successive all’arresto sono state sequestrate, oltre alle citate auto, alcune carte di credito, sempre appartenenti alla donna scomparsa, un tablet, due cellulari e diverse schede telefoniche in uso al latitante.
L’arrestato, come disposto dalla Corte d’Appello di Genova, competente per materia, è stato associato presso la Casa Circondariale di Imperia, a disposizione della citata A.G.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci