Cisa e Cittadini Stanchi chiamano a raccolta gli albenganesi

Questa sera, alle 21, al bar Namasté di viale 8 Marzo, incontro pubblico per la sicurezza

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Albenga. Sicurezza, acqua pubblica, problematiche dell’albenganese e una raccolta fondi, questi i temi che saranno trattati durante l’incontro pubblico, organizzato dal gruppo Cittadini stanchi e dal movimento Cisa di Albenga, giovedì 12 ottobre, alle 21, presso il bar Namasté di viale 8 Marzo.
La riunione sarà incentrata principalmente su tre argomenti, come ha spiegato il vicepresidente del C.I.s.A. e portavoce dei Cittadini Stanchi Angelo Pallaro: “Parleremo di sicurezza e presenteremo l’esposto che, nei prossimi giorni, invieremo a tutte le istituzioni competenti. Affronteremo la tematica dell’acqua pubblica, con particolare attenzione all'impianto di depurazione. Stiamo organizzando, inoltre, una raccolta fondi per la bambina marocchina che ha recentemente perso una mano a dimostrazione che Albenga non è razzista e i suoi cittadini hanno il cuore grande".
Ma le tematiche da dibattere non sono finite il presidende della C.I.S.A. Francesco Ielapi.
“Daremo voce ai cittadini, che potranno intervenire raccontando i vari problemi vissuti in città. Il nostro motto è ‘Vivi Albenga’: non siamo sceriffi, ma semplici albenganesi che vogliono migliorare la qualità della vita della città." .

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci