Cinque morti sospette per il caldo a Genova

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Cinque persone sono morte tra ieri e oggi Genova e in provincia per malori che potrebbero essere stati causati da caldo e umidità.

Il 118 le cataloga come morti sospette. Sono sette giorni che in Liguria e in particolare nel capoluogo, il meteo è segnalato da bollino rosso e continuerà così fino a mercoledì 8 agosto. Sabato erano state due le morti riconducibili al caldo a Genova e due nell'Imperiese.

Un uomo di 46 anni, che aveva febbre alta, è morto nella sua casa in via Noli. Aveva chiamato la guardia medica perché respirava male: il medico lo ha visitato e ha chiamato il 118 ma nonostante l'arrivo tempestivo dell'ambulanza è morto quasi subito. Il magistrato ha aperto un'inchiesta e incaricato il medico legale Alessandro Bonsignore di eseguire l'autopsia. Gli altri decessi sono tutti di anziani, tra gli 80 e gli 85 anni, trovati privi di vita nelle loro abitazioni tra Genova e Zoagli.

Sarebbero tutti morti per debilitazione da caldo. Le temperature percepite fino a domani sono di 37 gradi.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci