Cie ad Albenga, la Lega Nord si astiene in consiglio comunale

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Albenga. «Qual è la posizione della Lega Nord sul CIE ad Albenga? Ancora non la conosciamo, in quanto durante la discussione di ieri tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale hanno votato un ordine del giorno che dichiarava l' indisponibilità della città, di tutto il comprensorio e territorio provinciale ad accogliere un CIE all'interno della Caserma Piave». Se lo chiede il Partito democratico di Albenga dopo che la Lega, in consiglio comunale, si è astenuta mentre tutte le altre forze politiche si sono dichiarate contrarie alla creazione di un CIE ad Albenga.

«Un ordine del giorno - è bene ricordarlo - frutto dell'incontro delle istituzioni con la cittadinanza il 30 di giugno, ma dove la Lega Nord era assente preferendo la festa di Pontida, ancorché l'evento fosse il giorno successivo. Forse per questo la Consigliera Porro non sa che c'è stata una presa di posizione congiunta da parte di tutti i sindaci intervenuti (chi non c'è ha sempre torto), forse si è astenuta perché non ha avuto abbastanza coraggio a votare contro i vertici regionali- che nella persona del capogruppo Senarega si era espressa a favore del CIE ad Albenga - o provinciali, che forse ambiscono (seppur legittimamente) ad ospitare un CIE nel proprio territorio. In politica i cavilli non sono sufficienti ad esprimere con forza la propria posizione. Ora la Consigliera dirà di non accettare insegnamenti dagli altri: ma cara Porro, dovresti preoccuparti di cosa pensano i cittadini albenganesi di questa scelta della Lega Nord ingauna di cui tu sei segretaria. Il fatto che anche ad Alassio la Lega si sia astenuta dimostra che c'è stato un ben preciso ordine di scuderia», sottolinea il Pd albenganese.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci