Cia Liguria: tutti gli associati coinvolti per documentare i danni da freddo e gelo

Aldo Alberto: «Abbiamo chiesto questo sforzo ai nostri agricoltori, perché è assolutamente necessario capire in tempo reale che cosa sta succedendo in modo da pianificare immediatamente tutti i passaggi successivi»

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Danni da neve e gelo. Cia Liguria ha coinvolto tutti gli associati sul territorio per una documentazione dell'evolversi della situazione in una sorta di “Diretta Ora dopo Ora”. «Abbiamo chiesto questo sforzo ai nostri agricoltori - spiega il presidente di Cia Liguria, Aldo Alberto - perché è assolutamente necessario capire in tempo reale che cosa sta succedendo in modo da pianificare immediatamente tutti i passaggi successivi a partire dalla richiesta alla Regione Liguria di avviare la procedura per lo stato di calamità e sondare la disponibilità dei fondi a disposizione del Ministero Dell’agricoltura e Protezione civile».

I collegamenti video e telefonici che tutti gli uffici di Cia sul territorio hanno con i propri associati, confermano una situazione drammatica per gli ortaggi, in particolare carciofi, lattughe e fave. Danni importanti per mimose e ginestre. Da quantificare i problemi per le piante in vaso con una situazione critica soprattutto per le margherite. A rischio una percentuale alta della produzione di ranuncoli, papaveri e anemoni.

«Vogliamo che questa situazione venga monitorata in modo responsabile, non lasciando nulla al caso - conclude Aldo Alberto -. I dati e le immagini che caricheremo nelle prossime ore sul nostro sito www.cialiguria.org saranno a disposizione di tutti per rappresentare la situazione e sollecitare risposte adeguate alla gravità dell’ evento».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci