"Chiavari Port of Call": Chiavari prepara i fondali per ospitare navi da crociera

Iniziati i lavori per individuare punto di fonda.

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Genova. Prende forma il progetto dell’amministrazione comunale “Chiavari Port of Call” per intercettare nuovi flussi turistici propedeutici al rilancio del settore. Chiavari guarda al futuro, oltre l'emergenza sanitaria e getta le basi per un turismo crocieristico.

A seguito dell’ordinanza emessa dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita Ligure, che ha autorizzato l’avvio degli interventi presso il porto turistico Ammiraglio Luigi Gatti di Chiavari, sono iniziate questa mattina le operazioni di bonifica bellica subacquea funzionali all’individuazione di una zona di fonda per lo scalo di navi da crociera.

Si tratta, spiega una nota dell'amministrazione, di rilievi morfo batimetrici al fine di verificare che il fondale risulti sgombro da pericoli, consentendo così l'ancoraggio delle navi. Le operazioni riguardano un'area pari a 307.800 mq al largo verso Levante del porto turistico, sono state autorizzate dal Circomare di Santa Margherita Ligure e sono svolte dalla ditta Ediltecnica di Carrara.

«Un altro passo importante per lo sviluppo turistico della nostra città» commenta il sindaco Marco Di Capua: «Chiavari si conferma una delle poche città italiane ad aver ottenuto la doppia bandiera blu sia per le spiagge che il porto turistico»

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci