Cgil, sciopero 25 Aprile e 1 Maggio

Interessati gli esercizi commerciali facenti capo a Confesercenti, Confcommercio e Federdistribuzione

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Contestualmente alla campagna “La festa non si vende”, contro la totale liberalizzazione delle aperture nel commercio, «riteniamo che ogni lavoratrice ed ogni lavoratore abbia il diritto di celebrare con i propri affetti l'anniversario della Liberazione d'Italia e la Festa Nazionale dei Lavoratori, in coerenza con i valori in cui credono e crediamo». Lo afferma in una nota Filcams Cgil Liguria che dichiara sciopero per l'intero turno di lavoro nelle giornate del 25 Aprile e del Primo Maggio 2018.

Lo sciopero coinvolgerà i lavoratori di tutti gli esercizi commerciali facenti capo a Confesercenti, Confcommercio e Federdistribuzione. «Ribadiamo il concetto che non esiste contrattualmente obbligatorietà della prestazione lavorativa nelle festività nazionali e rimarchiamo la gravità del fatto che alcune imprese, soprattutto nella Grande Distribuzione, hanno previsto, in modo del tutto illegittimo, in molte lettere di assunzione l'obbligo del lavoro festivo».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci