Ceriale: Controlli e blitz della Polizia Locale per la messa in sicurezza

La TUA pubblicità qui. Contattaci
Ceriale: Controlli e blitz della Polizia Locale per la messa in sicurezza: video #1 To see this video you need Javascript to be enabled. Click the image to open the video's page.

Nella notte del 13 dicembre il personale della Polizia locale di Ceriale ha effettuato un controllo accurato della zona TI e dell’area della Ex Colonia Veronese, al fine di individuare i residenti abusivi.

Il controllo del territorio da parte delle diverse pattuglie è una risposta di sicurezza a richieste di cittadini circa la presenza in ore notturne di persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti ed alla commissione di reati.

La situazione di disagio, che coinvolge soprattutto chi abita negli immediati dintorni dell’area T1, va avanti ormai da anni. L’inchiesta, conclusasi nel mese di giugno 2017, che aveva finalmente messo la parola fine alla questione riguardante il Crack Nucera, si era conclusa con il sequestro del cantiere della T1 che si trova tutt’ora in uno stato di degrado e abusivismo.

L’ispezione fatta dalla Polizia Locale coordinata dall'ispettore della Polizia Locale Massimo Sabguineti ha messo in luce la gravità della situazione, è stata rilevata traccia di escrementi all’interno dei locali, bottiglie di vetro e resti di alimentari, materassi, coperte, biciclette e refurtive. Le forze dell’ordine non hanno rilevato la presenza degli abusivi, ma sono riusciti a raccogliere elementi utili per il proseguo delle indagini.

Il sindaco di Ceriale Luigi Romano, durante la conferenza stampa tenutasi nella mattinata, ha sottolineato l’impegno dell’Amministrazione comunale e delle forze dell’ordine nella messa in sicurezza del territorio. “Nel corso del 2019 avrà inizio un progetto che prevede la ricostruzione delle cubature delle opere rimaste incompiute – ha dichiarato il sindaco - “per quanto riguarda la Ex Colonia Veronese ho avuto rassicurazione dalla provincia di Verona e da altri proprietari dello stabile che a gennaio inizieranno i lavori di sistemazione e di messa in sicurezza, al fine di evitare che i locali abbandonati diventino luogo di raccolta per delinquenza di vario genere. Il problema più grosso rimane la T1, la cui estensione rende difficile controlli specifici giornalieri. Grazie alla collaborazione con le forze dell’ordine facciamo il possibile con controlli saltuari. Su questo spero di avere ad inizio anno un incontro con il curatore fallimentare per capire a quale punto sia la situazione dell’area e se c’è prospettiva di una qualche soluzione.”

(fonte: Sara Ansaloni)

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci