Carcare. Pusher colto in flagrante e arrestato durate una "consegna"

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Un trentecinquenne desidente a Carcare è stato fermato dai poliziotti della squadra mobile della questura di Savona mentre stava per recarsi a Millesimo per una "consegna" che gli è stata fatale . Dalla perquisizione personale è stato rinvenuto un discreto quantitativo di droga in dosi, nel mentre alla presenza dei poliziotti sono state numerose, le telefonate e gli sms dei "clienti", irritati per il “ritardo nella consegna”. Dalle indagini è risultato il pusher che riforniva droga nella zona. Immediato l'arresto in flagrate per spaccio.
Da tempo la questura aveva avviato indagini mirati sul suggetto che ha fatto scattare il blitz dei poliziotti che lo hanno fermato mentre si recava ad una festa per la consegna della droga. L'indagine è proseguita inevitabilmente nell'abitazione del soggetto dove sono stati rinvenuti ben 12 grammi di cocaina (già suddivisa in dosi), 42 di marijuana e 5 di hashish. Nell'abitazione del trentacinquenne, che è stato arrestato, sono stati trovate anche due palette segnaletiche e una targa degli agenti di custodia, che il giovane ha sostenuto di aver trafugato, ancora minorenne, dalla scuola penitenziaria di Carcare, mentre era impegnato in alcuni lavori all’interno. Gli oggetti in questione sembrerebbero datati, ma solo la verifica condotta dalla questura sui numeri di matricola getterà luce su quanto accaduto.
L'uomo è stato processato per direttissima questa mattina, nel tribunale di Savona.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci