Bufera sul reparto ortopedia del Policlinico di Monza, preoccupazione ad Albenga

Protesi avariate in cambio di regali e gioielli.

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Una squallida vicenda dove si auspica venga fatta chiarezza e giustizia, perché le vittime erano persone, solitamente anziane, già alle prese con problemi di salute.

Questa mattina, nell’ambito di un’inchiesta portata avanti dalla procura di Milano, sono stati arrestati dodici chirurghi del reparto Ortopedia dell’Ospedale di Monza che, in cambio di acquisto di protesi avariate o scadente, ricevevano dalla ditta Ceraver, i cui responsabili dovrebbero essere condannati in modo esemplare, soldi, regali ed anche qualche gentile prestazione sessuale.

Ora, a parte lo squallore della vicenda, molti hanno subito fatto il collegamento con l’Ospedale di Albenga dove da pochi giorni, e dopo una lunga querelle, proprio i responsabili del Policnico di Monza avevano vinto l’appalto per la gestione del reparto ortopedia, da tempo chiuso.

Nelle prossime ore vedremo e seguiremo gli sviluppi di questa vicenda che sta già facendo parlare tante persone e soprattutto pazienti che nei prossimi giorni devono essere sottoposti a ricovero ospedaliero per operazioni di protesi.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci