Boissano: in corso gli accertamenti per l'uxoricidio in via Marici

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Uxoricidio intorno alle ore 11,00 di oggi venerdì 17 novembre, in una villetta in via Marici 120 a Boissano, M. B. originario della Val Bormida operaio di 47 anni operaio della Piaggio di Villanova d’Albenga ha ucciso la moglie,R.K.Z. 42 anni di origine peruviana nella camera da letto. Secondo gli ultimi aggiornamenti, l’uomo non avrebbe soffocato la moglie con un sacchetto di nylon, bensì con un cuscino. Poi è sceso in cantina e pare abbia avvisato sua sorella di quanto avvenuto e ha cercato di farla finita tagliandosi le vene dei polsi con un contello.

M. B. è ricoverato all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure in gravi condizioni ma non in pericolo di vita, mentre i figli della coppia, di 10 e 12 anni, non si sono accorti di nulla, erano nella loro cameretta che dormivano ancora.

Gli investigatori al momento non hanno trovato alcun messaggio è sono a caccia del movente per cercare di decifrare un femminicidio che al momento è deltutto inspiegabile. Sembra che la donna si sarebbe confidata con un' amica (con dei messaggi) che sarebbe stata oggetto di maltrattamenti da parte del marito.

Sono in corso gli accertamenti da parte del nucleo investigativo di Savona e della Compagnia Carabinieri di Albenga, coordinati dal pubblico ministero Massimiliano Bolla

Solo l’autopsia che verrà effettuata nella giornata di martedì potrebbe portare elementi utili per ricostruire il raptus di follia che ha spinto l’uomo ad uccidere la moglie.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci