Blitz dei carabinieri nella casa Vacanze Veronese di Ceriale, scoperto rifugio di clandestini

Identificati diversi immigrati irregolari che saranno denunciati

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Ceriale. Movimentato episodio questa mattina nella “Casa Vacanze Veronese” a Ceriale. Uno straniero di circa tren'anni, con la mano insanguinata, dopo un primo tentativo di richiesta di aiuto al 112 in un italiano incomprensibile, è uscito dal complesso da tempo in stato di abbandono, ed ha chiesto aiuto ai gestori dei bagni Ceriale, i quali hanni subito allertato i Carabinieri.

Poco dopo sono arrivati i carabinieri che hanno fatto irruzione nell'immobile per scoprire un gruppo di altri quattro stranieri, tutti sotto i 30 anni. Gli immigrati che, alloggiavano abusivamente, alla vista delle divise, hanno opposto resistenza. Sono stati quindi bloccati e accompagnati in caserma per essere identificati. Per loro scatterà una denuncia per occupazione abusiva di proprietà privata, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

Il Comune di Verona, lo scorso anno, aveva deciso di mettere in vendita la casa estiva di Ceriale. L'amministrazione veronese avrebbe deciso di non sobbarcarsi le spese per la ristrutturazione della complesso immobiliare che versa in uno stato di grave degrado evidenziato anche dal consigliere di minoranza Luigi Giordano: «Più volte gli abitanti della zona hanno segnalato la presenza di stranieri nell'edificio diventato un dormitorio per sbandati. Occorre che la proprietà, sollecitata anche dal Comune, intervenga al più presto».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci