Bergeggi vara un ripascimento dell'arenile da 90 mila euro

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Il Comune di Bergeggi ha avviato le procedure di gara per il ripascimento stagionale pluriennale dell’arenile compreso tra la Punta di Bergeggi e la Punta delle Grotte nell’area della riserva marina dell’isola a largo della costa cittadina. La spesa prevista per i lavori si aggira sui 90 mila euro.

Un progetto che ora riparte in versione riveduta e corretta. Obiettivo dell’intervento è la necessità di alimentare artificialmente una serie di calette che altrimenti, non ricevendo contributi naturali, sarebbero destinate ad una inesorabile erosione. Le mareggiate di questi ultimi anni e quella recente di sabato e domenica hanno amplificato il fenomeno naturale dell’erosione costiera, peraltro inevitabile in una zona dove la spiaggia di origine artificiale è delimitata, a monte, da un’area cementificata, priva di corsi d’acqua in grado di apportare materiali solidi. Il ripascimento stagionale verrà ripetuto per tre volte nel corso dei prossimi 10 anni.

Ad elaborare il progetto è l’ingegner Paolo Gaggero di Savona esperto nel settore marittimo che ha lavorato anche per altre opere in diversi Comuni del Ponente. Secondo le volontà dell’Amministrazione comunale di Bergeggi guidata dal sindaco Roberto Arboscello «l’opera consentirà di salvaguardare il litorale ormai consolidato da anni ma anche tutte le attività commerciali ad esso legate. Superati problemi legati all’iter amministrativo ora si parte con la gara d’appalto».

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci