Condividi l'articolo

Banca Carige sostiene i privati e le imprese coinvolte nell’emergenza epidemiologica da COVID-19, con particolare attenzione ai settori colpiti dalla penalizzazione delle attività di import-export verso la Cina e l’Estremo Oriente, stanziando un plafond di 20 milioni di euro per la concessione di finanziamenti agevolati a imprese, indipendentemente dalla presenza della propria sede nelle cosiddette ‘zone rosse‘ che abbiano subito danni con un rallentamento delle proprie attività in seguito alla diffusione dell’allerta Coronavirus. La Banca ha anche deliberato che la clientela privata e le imprese con sede legale o operativa nelle ‘zone rosse’ potranno da subito chiedere la sospensione per tre mesi delle rate dei finanziamenti con possibilità di ulteriore proroga di tre mesi in relazione alla durata dell’emergenza.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici