Arresti e denunce, weekend di lavoro per i carabinieri della compagnia di Alassio

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Durante i week end, i lunghi ponti e le festività infrasettimanali, che hanno richiamato una moltitudine di persone nella città del muretto e zone balneari limitrofe, i Comandi dipendenti della Compagnia di Alassio hanno disimpegnato, nella propria zona di competenza territoriale, numerosi servizi esterni, allo scopo di rendere visibile, capillare e sentita la presenza dell’Arma soprattutto in occasione di eventi estivi popolari. Posti di controllo e di blocco nelle zone strategiche e sensibili del territorio sono stati effettuati nelle ore di maggior punta del traffico, una assidua vigilanza è stata garantita nei pressi dei centri commerciali, supermercati, luoghi di ritrovo ed aggregazione giovanile, controlli alle persone sottoposte a varie misure limitative della libertà personale e di sicurezza, allontanamento di mendicanti che disturbavano i turisti. Il consuntivo del servizio registra 200 persone identificate, 160 mezzi controllati, 10 contravvenzioni in totale elevate per guida pericolosa, guida in stato di ebbrezza e guida con copertura assicurativa scaduta, guida di motociclo sprovvisto di patente poiché mai conseguita. Inoltre sono stati tratti in arresto, a cura della Stazione di Andora, due cittadini albanesi, entrambi di anni 20 e residenti ad Andora, che devono scontare la pena di anni 2 mesi 6 e giorni 11 di reclusione per una rapina commessa a Diano Marina nell’ottobre 2017.

Denunciato in stato di libertà un ladro seriale ucraino, di anni 30, che in più occasioni, nel mese di Maggio u.s., all’interno del locale Carrefour, ha sottratto merce e prodotti per un valore di 300 euro, eludendo la vigilanza e dileguandosi fulmineamente ogni qualvolta metteva a segno il colpo. L’occhio certosino di un carabiniere del Nucleo operativo della Compagnia di Alassio che con pazienza ha visionato con attenzione tutte le immagini del sistema di videosorveglianza e, dopo una estenuante attività di osservazione e riscontro fotografico, è riuscito ad identificare il responsabile dei furti commessi. Un cittadino dominicano di anni 40 residente ad A Laigueglia è stato denunciato dalla Stazione locale per maltrattamenti in famiglia commessi in danno della coniuge, oggetto di continue angherie e vessazioni da parte dell'uomo.

Due giovani di anni 30, uno abitante a Vercelli e l’altro ad Albenga, sono stati denunciati per detenzione di sostanza stupefacente , essendo stati trovati in possesso di 5 grammi di mariuana e cocaina e relativo materiale per il confezionamento e denaro in contante provento dell’attività illecita. Un cittadino alassino di anni 50, invece, è stato sorpreso alla guida, stanotte, ubriaco per il centro cittadino. Ritirata la patente e deferito per guida in stato di ebbrezza. Rocambolesco inseguimento, poi, avvenuto stanotte fra una pattuglia della radiomobile e due persone alla guida di un ciclomotore, i quali, alla vista dei carabinieri che intimavano loro di fermarsi si davano a precipitosa fuga, urtando volontariamente la barra elettrica che delimita l’accesso al piazzale della protezione civile, danneggiandola. Fermati poco dopo, sono stati denunciati per resistenza a Pubblico Ufficiale e guida senza aver mar mai conseguito la patente. Contravvenzionati anche poiché il mezzo era privo di assicurazione obbligatoria. Il prosieguo dei controlli ha visto impegnato anche il personale del nucleo cinofili di Villanova d’Albenga che grazie alle unità cinofile è stato possibile trovare addosso a 5 ragazzi maggiorenni alassini, che confabulavano nel budello di Alassio, modiche quantità di cocaina, hashish e mariuana, successivamente sequestrate. Indagini da parte del nucleo operativo della Compagnia per risalire ai responsabili della cessione ai cinque giovani.

Il dispositivo è ancora in atto e nelle prossime ore sarà intensificato soprattutto nelle ore notturne.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci