Arresti e denunce, controlli potenziati dai carabinieri in tutto il ponente

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Imperia. I carabinieri del Comando provinciale di Imperia proseguono i servizi straordinari di controllo del territorio nell’ambito dell’intera provincia. In particolare, i militari hanno arrestato I.F., 37enne tunisino, perché trovato a Sanremo in pendenza di divieto di reingresso nel territorio nazionale, da cui era stato espulso nel 2012.

Due stranieri sono stati invece denunciati dai Carabinieri di Santo Stefano al Mare perché ritenuti responsabili del furto di uno zaino ai danni di un dodicenne, all’interno del quale il minore aveva il proprio telefono cellulare. Uno dei due autori del furto ha cercato di opporsi all’identificazione e di darsi alla fuga, ma è stato immediatamente fermato: dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale.

Ancora, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Imperia hanno denunciato due persone, un italiano ed un romeno residenti in Piemonte, per ricettazione: questi sono stati trovati in possesso di due mountain bike risultate rubate qualche giorno prima a Diano Marina. In questa circostanza è stata determinante la descrizione di un particolare di una delle biciclette, che il derubato aveva ben evidenziato in fase di denuncia.

Infine, i Carabinieri di Ceriana, su segnalazione di un cittadino, sono intervenuti in quel comune, nelle pertinenze di un’abitazione privata, per un “salvataggio” singolare: non una persona in difficoltà, ma una vittima di reato. Perché vittima è anche un cane, quando fin da cucciolo resta legato a poco più di due metri di corda, senza microchip, in evidente stato di denutrizione. La piccola meticcia, dopo un’iniziale diffidenza, si è la sciata avvicinare dai Carabinieri e dal personale veterinario intervenuto nel frattempo sul posto. È stata, infine, affidata ad un canile di Sanremo.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci