Arrestato dai carabinieri ex vicesindaco di Spotorno, spariti i soldi dei clienti

Azienda Agricola - Agriturismo Torre Pernice

Spotorno. Con l'accusa di avere sottratto ai clienti risparmi per 3-5 milioni, è stato arrestato questa mattina nel savonese Gianni Spotorno, ex vicesindaco del Comune di Spotorno ed ex consulente finanziario di Azimut.

Secondo l'accusa, avrebbe sottratto denaro ai clienti che gli avevano affidato i risparmi con una serie di operazioni attraverso conti correnti falsificati nei nomi e nelle intestazioni. L'indagine della procura savonese è partita ad aprile dopo un esposto e alcune denunce formalizzate davanti ai carabinieri e alla guardia di finanza. Il procuratore Ubaldo Pelosi ha aperto un fascicolo a carico dell'ex consulente, licenziato da Azimut, con l'ipotesi di reato di appropriazione indebita e riciclaggio.

Sarebbero una cinquantina le persone che hanno perso i risparmi. Spotorno è ora ai domiciliari. Ad aprile aveva dato le dimissioni "per motivi personali" dando il via a una crisi politica terminata con le dimissioni di altri assessori e un rimpasto di giunta.

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci