Appalti Ferrovie, 450 addetti Liguria a rischio

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Genova. Scioperano i lavoratori dei servizi ferroviari in appalto, che si occupano della pulizia dei treni, nelle stazioni e negli uffici Fs, della ristorazione e dell'assistenza ai disabili. La mobilitazione, che riguarda 450 addetti in Liguria, è la seconda a livello nazionale dopo quella di luglio. "Nella nostra regione, come nel resto d'Italia, l'esubero è stimato nel 20% degli organici - dicono le segreterie regionali Filt Cgil Fit Cisl Uil Trasporti Ugl Fast - La società che gestisce le pulizie del trasporto regionale ha dichiarato 15 licenziamenti, per i quali siamo alle fasi finali del confronto, che al momento non prevede esiti positivi nonostante l'impegno dell'assessore regionale al lavoro". La scadenza degli ammortizzatori, "rischia di produrre un serio dramma sociale - aggiungono - lasciando senza integrazioni salariali i lavoratori sospesi in contratto di solidarietà. Di conseguenza, le aziende appaltatrici anche in Liguria sarebbero costrette a dichiarare un centinaio di licenziamenti".

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci