Condividi l'articolo

«Tutta la mia solidarietà all’amico Vittorio, che da molto tempo lavora per contrastare l’illegalità e per supportare le forze dell’ordine nel quotidiano», è quanto ha dichiarato Angelo Vaccarezza, dopo l’ennesima aggressione ai danni di Vittorio Brumotti, mentre si trovava, in sella alla sua bici, a Tor Bella Monaca per documentare il forte degrado e lo spaccio di droga, che dominano tristemente la periferia di Roma.

«Ti faccio ingoiare la telecamera, pezzo di m...», sono queste parole, seguite da pugni e da sputi, con cui è stato accolto l’inviato di Striscia la Notizia, il Tg satirico di Antonio Ricci, in onda su Canale 5.

«Stiamo parlando di una vera e propria organizzazione criminale comandata dalla mafia», ha commentato Brumotti, dopo le minacce e la violenza subita, mentre portava alla luce, ancora una volta un grave malessere della nostra società.

Resta aggiornato con le nostre ultime notizie da Google News

Seguici