Angela Romaggi è la nuova guida regionale di Federpensionati Coldiretti

La più importante associazione pensionati del lavoro autonomo di tutta Europa

La TUA pubblicità qui. Contattaci

Memoria storica, antichi mestieri e una vita dedicata al mondo agricolo Ligure: i veri custodi di questo patrimonio sono i nostri pensionati agricoli, che sono a livello regionale ben 31.765.

Lo rende noto Coldiretti Liguria in occasione dell’Assemblea che ha eletto Angela Romaggi come nuovo presidente regionale di Federpensionati Coldiretti, la più importante associazione pensionati del lavoro autonomo di tutta Europa, con oltre 800 mila pensionati associati. Sarà affiancata dai Presidenti provinciali Angelo Majoli, La Spezia, Maria Adriana Podestà, Genova, Fernando Sasso, Imperia.

Angela Romaggi è una coltivatrice diretta in pensione della Val Fontanabuona (Genova) che continua per passione a lavorare la sua terra. Le sue produzioni sono ad indirizzo orticolo e produce principalmente farine.

“Sono onorata – afferma la nuova Presidente di Federpensionati Liguria, Angela Romaggi - di essere stata scelta a rappresentare i pensionati autonomi della nostra Regione. Siamo i paladini del cosiddetto “invecchiamento attivo” avendo ancora molto da offrire: ne abbiamo viste tante durante la nostra vita lavorativa e saremo una guida e un supporto in molti progetti e questioni. Abbiamo una grande responsabilità, ma attraverso gli incontri che faremo a livello provinciale e regionale e le iniziative in programma, porteremo avanti le nostre idee e faremo sentire la voce di tutti gli associati.”

“Sono una squadra pronta a mettersi in gioco – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria, Gerolamo Calleri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa - e a trasmettere le loro capacità, passione e sapienza alla nostra associazione Coldiretti. La nuova agricoltura, che concilia innovazione e tradizione, non può fare a meno del patrimonio di esperienza degli anziani all’interno delle aziende. Rappresentano un’importantissima risorsa, per l’esperienza che hanno alle spalle e per la voglia ancora di dimostrare il loro valore.”

Per segnalare alla redazione refusi, imprecisioni ed errori è disponibile un modulo dedicato.

La TUA pubblicità qui. Contattaci